Località
Tipologia
Testo Codice
 
Proposte Vacanza a Otranto
  · Appartamenti
  · Villaggi
  · Camping e soste camper
  · Residence
  · Tenute
  · Hotel & Resort
Scopri il Salento
  · OTRANTO
  · Laghi Alimini
  · Cenni storici Salento
  · Il Barocco
  · Tradizioni del Salento
  · Dolmen e menhir
  · Luoghi Sacri
  · Costruzioni tipiche
  · Masserie nel Salento
  · Artiginanto locale
  · Cucina tipica Salentina
  · Ricette del Salento
  · Grecia Salentina
  · Taranta e tarantismo
  · La Notte della Taranta
  · Sagre e feste del Salento
Vivi il Salento
  · Ristoranti
  · Locali notturni
  · Discoteche
  · Servizio Taxi
  · Apecalessino Tour
  · Soccorso Aci
  · Centri benessere e SPA
  · Stabilimenti Balneari
  · Noleggio scooter

OTRANTO

Al termine dell'Adriatico, nel punto più orientale d'Italia, nel cuore del Mediterraneo, si trova Otranto. Più vicina all'Oriente che all'Occidente, è al centro delle simmetrie e delle asimmetrie che il "mare nostrum" ha disegnato nel corso dei millenni. Il suo tessuto urbano mostra tracce, lemmi, stratificazioni, glosse di una storia millenaria dove, l'Europa tutta, incontra la civiltà meridiana. La città, luogo di seduzione infinita, permette di visitarla distrattamente solo ai turisti frettolosi ed a coloro che sono attratti dalle bancarelle dei mercatini. Gli altri ne vivono inesorabilmente il fascino che li accompagnerà per sempre. Molti luoghi regalano visioni di mondi perduti: le grotte del Cervo di epoca neolitica, i megaliti che dal Capo d'Otranto s'inoltrano nell'interno della penisola salentina, i resti della civiltà dei Messapi, degli Iapigi, degli Haetei, i riferimenti ai misteriosi Pelasgi. Il nome è di derivazione greca, costituito dalle parole acqua e monte. La Cattedrale si pone, maestosa, sulla linea in cui il sole collega l'Est e l'Ovest, ne segna il cuore metafisico. Al suo interno, un pavimento musivo si dipana attorno ad un gigantesco "arbor vitae", brulicante di simboli laici e religiosi. Narra molte cose, Otranto, al visitatore attento: delle crociate e dei Normanni, dei megaliti e dei Messapi, dei Greci, Romani, dei misteriosi popoli del Mediterraneo. Sorprende ed ammalia, ferisce ed attrae, Otranto non lascia mai nessuno indifferente.

Colonia greca, nel 281 a. C. è sottomessa a Roma, dal suo porto partono le milizie romane alla volta dell'Oriente, la notorietà della città è divenuta tale che Aurelio Cassiodoro la definisce "Tiro d'Italia". Con la divisione dell'Impero Romano, Costantinopoli vi insedia i suoi funzionari ed il ruolo di Otranto diviene emergente al punto che, nel IV secolo, Japigia, Messapia, Salento e Calabria prendono la denominazione comune di Terra d'Otranto. Seguono le invasioni degli Alani, degli Ostrogoti, dei Vandali, dei Goti, degli Alemanni, dei Longobardi, ma la città rimane sempre fedele a Costantinopoli. Nel 1040 gli Otrantini accolgono i Normanni, dal 1061 al 1068 ritornano i Bizantini. Il 15 agosto 1227 Federico II veleggia verso Otranto per dirigersi in Oriente. Nel 1440 Alfonso I entra in Otranto, ma Ferdinando d'Aragona è in contrasto con i Veneziani, pertanto nel 1449 la flotta della Serenissima attacca Otranto che subisce gravi danni. Nel 1463 Giorgio Castriota Skanderberg consente a Ferdinando I d'Aragona di sconfiggere gli Angioini, egli è in guerra contro Firenze e Venezia, la Serenissima sollecita l'intervento dei Turchi che invadono la città.
Così nel 1480 Maometto II incarica dell'assedio Achmet Pascià, che prende la città, raccoglie 800 uomini e gli impone di scegliere tra l'abbracciare la fede musulmana o morire, gli 800 scelgono la morte. Ferdinando d'Aragona libera la città nel 1481. Dal 1496 al 1504 Venezia detiene Otranto. Nuove invasioni dei Turchi avvengono nel 1535, nel 1537, nel 1614 e nel 1644, ma la città risulta sempre vincitrice. Nel 1671 approda ad Otranto la Squadra Navale dei Cavalieri di Malta. Dal 1672 al 1715 Otranto diviene la residenza dei Consoli di Ragusa e Venezia. Napoleone Bonaparte assegna il "Feudo di Otranto" a Giuseppe Fouchè.

© Minerva Vacanze - Tutti i diriritti riservati - Contatti
Webdesign: 650Mb.com
Appartamenti Otranto
Villaggi Otranto
Minerva Vacanze - Agenzia Turistica
Via Catona, 50 - 73028 - Otranto (LE)
Tel/Fax: +39 0836 806141 - info@minervavacanze.it